Un itinerario goloso per Alessandria: 3 dolci tipici da assaggiare (+1 bonus)

 
  • 4
    Shares

Se è vero che ad Alessandria non ci sia moltissimo da vedere a livello di attrazioni turistiche, altrettanto non si può dire riguardo la sfera gastronomica e mangereccia. Siamo pur sempre in Piemonte, terra di ottimi vini e di buon cibo, per cui i buongustai da queste parti non rimarranno mai delusi. In città ci sono numerosi ristoranti interessanti (ne troviamo pure uno con una stella Michelin, I Due Buoi) ma in questo articolo voglio focalizzarmi sulle eccellenze dolciarie della città e proporvi un itinerario ad alto tasso glicemico. Se quindi siete a dieta, è meglio che vi rechiate altrove. Se, invece, volete conoscere e soprattutto assaggiare i dolci tipici di Alessandria… siete nel posto giusto! 😉

Prima di cominciare questa piccola maratona dolciaria, ci tengo però a precisare che, nonostante la penuria di cose da vedere, io faccio sempre molto volentieri un giro in città e ho trovato un paio di chicche che vanno assolutamente viste: il Museo del Cappello Borsalino, nonostante sia finito il sogno della famiglia Borsalino e gli orari di visita siano limitatissimi, e il bellissimo mosaico di Gino Severini, che decora il Palazzo delle Poste. Così non dite che penso solo a mangiare!

E dopo aver salvato le apparenze facendo la finta colta, direi che possiamo cominciare questo tour goloso per le vie di Alessandria. Ve lo faccio fare a piedi perché le distanze sono brevi e così potete anche dire di aver smaltito qualche caloria nel mentre… ben consapevoli che il bilancio calorico sarà comunque negativo!

Si parte dalla stazione ferroviaria e si fa un giro più o meno in tondo della durata di un’oretta. Può essere poi più breve o più lungo: dipende dal vostro passo, da quanta coda trovate nelle pasticcerie e se decidete di fermarvi a fare un aperitivo. Dato che Alessandria è un crocevia ferroviario, io faccio sempre questo giro quando devo aspettare il treno: e a volte lo perdo apposta, prendendo quello successivo, per fare con calma la mia scorta di dolci!
Mi raccomando, non fate questo itinerario nei giorni feriali né nella lunga pausa pranzo che di solito si fa da queste parti (indicativamente dalle 12:30 alle 15), altrimenti fate un giro a vuoto trovando quasi tutto chiuso.
Il budget è di ~30€, ma poi dipende da voi e dal vostro grado di golosità!

#1 – I baci di Gallina

Baci di Gallina, AlessandriaDalla stazione, camminando per una decina di minuti si raggiunge via Vochieri dove, al numero 46, si trova la storica Pasticceria Gallina e le sue vetrine in cui domina il colore rosso. Perché il packaging di Gallina impone da sempre il rosso per rivestire gli speciali baci di dama che produce dal lontano 1935. Dei baci di dama dalla forma più allungata e dal colore più scuro rispetto a quelli “normali” ma anche straordinariamente buoni e che creano dipendenza. E non sono solo io a dirlo: i baci di Gallina sono apprezzatissimi dagli alessandrini e da tutti i foresti che hanno modo di gravitare da Alessandria. Inoltre, girano voci che sua maestà la Regina Elisabetta se li faccia spedire a Buckingham Palace! Sarà mica questo il segreto della sua ‘immortalità’?

Info pratiche
Dove – via Vochieri 46
Quando – tutti i giorni dalle 8 alle 12:30 e dalle 15 alle 19:30, tranne tranne lunedì e domenica pomeriggio (NB da qualche anno a questa parte ha pure un ecommerce!)
Quanto – 9€ per una confezione da 280 grammi di baci
Sito Internetwww.pasticceriagallina.it

#2 – Gli amaretti di Rolando

Amaretti di Rolando - AlessandriaIn cinque minuti appena si arriva a piedi alla seconda, irrinunciabile, tappa di questo itinerario goloso: la pasticceria Rolando, ossia la mecca per gli amanti degli amaretti. Dolce tipico piemontese -anche se non ce n’è la certezza matematica- dal retrogusto un po’ amaro: da Rolando trova la sua massima espressione. Amaretti “normali”, aromatizzati, farciti, ricoperti

Info pratiche
Dove – via Plana 3
Quando – tutti i giorni dalle 8:30 alle 13 e dalle 15:30 alle 19:30, tranne tranne lunedì e domenica pomeriggio
Quanto – ~8€ per una confezione da ~300 grammi di amaretti misti
Sito Internetwww.pasticceriarolando.com

#3 – I cannoli di Zoccola

Cannoli Pasticceria Zoccola - AlessandriaUn’altra decina di minuti di cammino è il tempo che ci vuole per arrivare nella terza e ultima pasticceria di Alessandria, la pasticceria Zoccola: un altro un posto storico di Alessandria, in piedi dal lontano 1806. Non fatevi ingannare dalle apparenze -il locale in sé e alcune torte per bambini sono un po’ kitsch- e andate subito al dunque: gli eccezionali cannoli! Son piccoli e lunghi e disponibili in diverse farciture. L’unico problema, se vogliamo individuarlo come tale, è che a differenza di baci e amaretti, i cannoli vanno mangiati in giornata altrimenti la cialda si affloscia. Ma una volta che li avrete provati, son certa che li spazzolerete in pochissimo tempo!

Info pratiche
Dove – corso Lamarmora 61
Quando – dal martedì al sabato dalle 8:30 alle 12:45 e dalle 15:30 alle 19:45; la domenica dalle 10 alle 17, lunedì chiuso
Quanto – 6,50€ per 9 cannoli
Sito Internetwww.pasticceriazoccola.com

#4 – I salatini di Rovida Signorelli

Salatini di Rovida Signorelli - AlessandriaQuest’ultima tappa ve la metto come opzionale e, qualora decideste di saltarla, soltanto 15 minuti a piedi vi separano dalla stazione ferroviaria. Se per me non è contemplato passare da Alessandria senza fare un salto da Gallina, Rolando e Zoccola, lo stesso non posso dire per Rovida Signorelli, che risulta un “di più”. Qui ci si ferma per fare per un aperitivo che è sempre accompagnato dai inimitabili salatini, leccornia piuttosto difficile da trovare in abbinamento a un drink. I salatini di Rovida Signorelli spaziano da quelli classici a quelli più audaci e creativi, tutte sempre molto gustosi. Un aperitivo un po’ diverso, quindi, anche se trovo un po’ esagerato nei prezzi (suggerimento: se non vi sedete e fate l’aperitivo in piedi, avete un buffet di salatini a disposizione, e non quelli contati che vi portano al tavolo).

Info pratiche
Dove – piazza Garibaldi, 23
Quando – dal lunedì al sabato dalle 7:30 alle 20 (venerdì e sabato dino alle 21), la domenica dalle dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 20:30
Quanto – 7€ per uno spritz accompagnato da un po’ di salatini
Sito Internetwww.rovidasignorelli.it

E se ve lo state chiedendo… questo NON è un articolo sponsorizzato. Nessuno dei posti citato in questo articolo ha pagato la sottoscritta per scrivere delle sviolinate sulle proprie creazioni dolciarie. Anzi, la sottoscritta, nel corso degli anni, ha investito cifre consistenti per questi peccati di gola che però le regalano sempre dei momenti di felicità!

Leggi anche:

***
HEY ASPETTA, non scappare via così!
Perché non lasci un commentino qui sotto? Mi faresti molto felice! 🙂

Inoltre passa a trovarmi su: Facebook e/o Instagram.
Un bel LIKE è sempre gradito! 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *