[LA] Gelateria della Musica a Milano, un gelato mai banale

 
  • 1
    Share

[LA] Gelateria della Musica - Milano
Aggiornamento 22/06/2014: da pochissimi giorni, 3 per la precisione, [LA] Gelateria della Musica ha aperto una seconda sede in via Giuseppe Abamonti 2, in zona Porta Venezia. Dato che non c’è due senza tre, sono in trepida attesa di un terzo punto vendita in zona Sempione 🙂

Ci sarà pure un motivo se c’è sempre la fila fuori… Ok, il locale è piccolo e si riempe in fretta e nelle “ore di punta per mangiare un gelato” c’è sempre da sgomitare. Ma, credetemi, ne vale la pena. Sto parlando de [LA] Gelateria della Musica in via Pestalozzi a Milano, una gelateria che ho scoperto quasi per caso quando abitavo ancora in zona Navigli, e da allora non posso più farne a meno. Anche ora che mi sono trasferita dalla parte opposta della città, appena posso mi ci reco in pellegrinaggio per gustare quello che, secondo me, è uno dei gelati migliori di Milano.

L’artigianalità come la musica, ti consente di non ripetere una gestualità immutabile, ma di ricreare la stessa cosa certo, ma indefinitamente nuova e sempre unica. Così si legge sulla parete vicino alla cassa di questa gelateria meneghina che vi voglio presentare oggi.

[LA] Gelateria della Musica si trova in prossimità del Naviglio Grande, per la precisione verso la fine di via Pestalozzi, in una zona che non ho mai capito se è compresa ancora nella Barona o già nei Navigli. Qualsiasi zona sia, non è centralissima (i Navigli della movida sono ad almeno 10 minuti di cammino) ma, nonostante tutto, molta gente la conosce e frequenta più o meno abitualmente.

Il locale è piuttosto (decisamente!) piccolo, alle pareti campeggiano alcune foto di cantanti e musicisti (bhè, con un nome così non potevamo aspettarci altro :D). [LA] Gelateria della Musica apparentemente è una gelateria come un’altra. Ma solo apparentemente, appunto. Provate ad entrare dentro e dare un’occhiata ai gusti: dietro nomi di cantanti (creme) e strumenti musicali (frutta) si nascondono fantasiosi accostamenti che variano spesso e in base alla stagione. Qualche esempio? Gusto pandoro a Natale, gusto chiacchiera a Carnevale, gusto colomba a Pasqua. E, ancora: pane burro e marmellata, mascarpone miele e noci, ricotta fresca con gocce di cioccolato, cioccolato al rhum con amarena, ganache di cioccolato bianco con pinoli tostati. Come “cavallo di battaglia” troviamo sua maestà il pistacchio, proposto in 3 varianti: pistacchio di Bronte, pistacchio dell’Etna al naturale, pistacchio di Sicilia tostato.
Un gelato mai banale, quindi. E molto, molto cremoso fatto con ingredienti freschi e di qualità.
Per quanto riguarda i gusti di frutta, la frutta si sente davvero! E, credetemi, non è una cosa così scontata…
Se volete sapere che gusti ci sono in questo momento basta diventare amici su Facebook de [LA] Gelateria della Musica e porre il quesito.

Per darvi un’idea dei prezzi il cono piccolo con due gusti (abbondanti) costa 2,20 €, quello da 3 2,70 €. A questo proposito devo fare una precisazione: [LA] Gelateria della Musica non usa i coni ordinari, ma delle croccantissime cialde.

Gelato sì, ma non solo. Trovate anche torte e sorbetti. E se la pigrizia vi assale potete anche appellarvi al servizio a domicilio (NB informatevi prima sugli orari, i giorni ed i periodi dell’anno in cui lo fanno).

[LA] Gelateria della Musica ha anche un sito internet (questo) ma vi consiglio comunque di tenere come punto di riferimento la pagina Facebook.
Infine un’informazione di servizio: per arrivare a [LA] Gelateria della Musica potete prendere il tram 2 e scendere alla fermata Ludovico il Moro-Pestalozzi.

Ringrazio per la foto Antonella Isgrò: tutte le volte che sono passata da [LA] Gelateria della Musica non sono riuscita a fare foto, ero troppo presa a gustarmi il gelato, quindi mi sono dovuta appellare a lei 😀

PS questo post è stato pubblicato per la prima volta il 16 maggio 2012, ripubblicato l’8 agosto 2013 e aggiornato il 22/06/2014. E’ per questo che la data di pubblicazione è successiva a quella di alcuni commenti. Ed è per questo che in un paio di commenti si parla di un’unica sede della gelateria 😉

 
4 commenti per “[LA] Gelateria della Musica a Milano, un gelato mai banale”
  1. La stracciatella di cioccolato bianco al pistacchio è il mio gusto preferito: semplicemente D-I-V-I-N-O!!!!

  2. Ho letto sulla pagina fb di due gusti nuovo, ciliegie “Bigarreau” e sorbetto di tè nero allo zenzero. Qualcuno li ha già provati? saranno senza dubbio buonissimi…

  3. Ciao Roda, purtroppo c’è solo una sede della Gelateria della Musica, quella in via Pestalozzi di cui parlo nel post 🙁
    Potremmo fare una raccolta firme affinché ne aprano un’altra, che ne dici? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *