Ponte del 2 giugno 2022 in Lombardia o poco fuori: 50+ idee TOP

 

Il ponte del 2 giugno 2022 è ormai alle porte e quest’anno le restrizioni sui viaggi sono per fortuna solo un ricordo, anche se non troppo lontano (ricordate il ponte del 2 giugno 2020 in cui non si poteva mettere il naso fuori dalla propria regione?). Inoltre quest’anno la Festa della Repubblica è di giovedì quindi casca proprio bene: la parola d’ordine per molti sarà weekend lungo se non addirittura settimana intera di ferie.

La voglia di spostarsi e approfittare di questo pontone per fare una mini vacanza è tanta. Per chi però non ne ha la possibilità o preferisce rimanere nei confini della Lombardia o, al massimo, sconfinare di poco (anche ai fini di evitare spostamenti troppo lunghi per un numero limitato di giorni), ho pronti un bel po’ di suggerimenti in grado di accontentare tutti.
Questo ponte del 2 giugno rappresenta un’ottima occasione per scoprire, rivalutare o apprezzare ancora di più i luoghi vicini che, credetemi, sono davvero tantissimi: io non smetto mai di scoprirne di nuovi eppure mi son data da fare in questi anni di vita lombarda! 🙂

In Lombardia, regione varia e piena di bellezza, si possono fare tantissime cose. Anche senza dover rimanere a dormire fuori, grazie a distanze ragionevoli, e utilizzando i mezzi pubblici al posto dell’auto (chi mi segue da un po’ sa che sono car free e che riesco ad andare quasi ovunque coi mezzi pubblici). Se avete bisogno di qualche spunto, vi accontento nelle righe che seguono. Ho raccolto più di 50 idee che ho raggruppato in 4 macro categorie:

  1. Trekking e attività all’aria aperta
  2. Visita di città
  3. Cose da fare per chi resta a Milano
  4. Fuori regione (di poco)

In questa sede non mi dilungo su nessun argomento in particolare, ma ogni spunto fornito ha il suo link di approfondimento in cui sono raccolte una carrellata di informazioni utili accompagnate sempre da chicche curiose e golose. Basta quindi cliccare sulla voce che vi interessa e verrete rimandati all’approfondimento. 😉

#1 – Trekking e attività all’aria aperta

La vista da Punta Cermenati, Resegone

Partiamo con l’attività all’aria aperta, quella che ben si addice ai ponti primaverili, soprattutto se il meteo collabora. R poi  un’immersione nella natura fa sempre bene a corpo e spirito! Occhio però a non strafare, soprattutto se non vi siete allenati per niente nei mesi passati.

Vi propongo alcuni trekking nel lecchese e nel triangolo lariano:
💚 Monte Barro (922 metri slm)
💚 Cornizzolo (1241 metri slm)
💚 Resegone (1875 metri slm)
💚 Corni di Canzo (1373 metri slm)
💚 Da Como a Bellagio a piedi in due giorni

Poi ci sono delle belle passeggiate/giri in bici/altre attività all’aria aperta da fare:
💜 Antica Strada Valeriana sul lago d’Iseo
🧡 Il sentiero del Viandante sul lago di Como
💜 La pista ciclabile del lago di Varese (fattibile anche a piedi)
🧡 Linea Cadorna a Porto Ceresio
💜 La Greenway del lago di Como
🧡 Percorrere la via Sacra del Sacro Monte di Varese
💜 Raggiungere a piedi Consonno, la città fantasma della Brianza
🧡 Da Milano a Monza in bicicletta attraverso il Parco Nord
💜 Da Milano a Pavia in bicicletta lungo il Naviglio Pavese
🧡 Da Milano a Trezzo sull’Adda in bicicletta lungo il Naviglio della Martesana

#2 – Visita di città

Santuario di Santa Maria della Croce, Crema

In Lombardia abbiamo numerose città, una più bella dell’altra. E la maggior parte si possono visitare a piedi in un giorno. In tutti i link dell’elenco qui sotto trovate un itinerario di un giorno da fare a piedi, nonché numerosi suggerimenti gastronomici perché in ogni città lombarda ci sono delle specialità che vanno assaggiate e dei posti in cui vale la pena fare una sosta golosa!

❤️ Cremona, la capitale del violino
❤️ Crema, un piccolo gioiellino
❤️ Como, la perla del lago
❤️ Bergamo, la città divisa in due
❤️ Brescia, la “Leonessa d’Italia”
❤️ Vigevano, la città ideale
❤️ Mantova, la città dei Gonzaga
❤️ Varese, la città giardino
❤️ Monza, la capitale della Brianza
❤️ Tirano, la capitale della Valtellina

Vi aggiungo anche dei bonus:

💕 Varenna e Bellagio (lago di Como)
💕 Villa Carlotta a Tremezzo (lago di Como)
💕 La casa museo di Lodovico Pogliaghi (Varese)
💕 Visita alla Fonderia Allanconi di Crema
💕 Teglio, un delizioso borgo della Valtellina
💕 Castelseprio e il Monastero di Torba nel varesotto

#3 – Cose da fare per chi resta a Milano

Baggio, Milano

Per chi preferisce invece rimanere a Milano, di seguito una serie di spunti curiosi e interessanti per vedere la città da una prospettiva diversa, tutti all’aperto e gratis. Questi giorni rappresentano un’ottima occasione per scoprire alcuni angoli poco noti della bella Milano.

💙 Il giardino dei fenicotteri rosa
💙 La casa palafitta di Luigi Figini
💙 La via più stretta (e pulp) di Milano
💙 Gli edifici milanesi infestati da fantasmi
💙 La fontana a Pinocchio, restaurata da poco
💙 La casa olandese (che olandese non è)
💙 Il ponte delle Sirenette
💙 Il gatto nero di corso Monforte
💙 Il dito medio davanti al Palazzo della Borsa
💙 I pali del tram bucati
💙 Un giro a Baggio, il quartiere meno considerato della città
💙 Le case igloo
💙 Il citofono a forma di orecchio
💙 Alla scoperta dei luoghi simbolo di Giorgio Gaber

#4 – Fuori regione (di poco)

Da Novara a Vercelli in bicicletta: un itinerario tra le risaie
Senza spostarci troppo dalla Lombardia, ecco qualche suggerimento per chi vuole sconfinare.

💚 Piacenza, la Primogenita
💚 Vigoleno e i colli piacentini
💚 Il castello di Rivalta Trebbia e il suo borgo
💚 Biella, la capitale della lana
💚 La ciclabile del Mincio: da Peschiera del Garda a Mantova in bici
💚 Vercelli, la capitale europea del riso
💚 Da Novara a Vercelli (o viceversa) in bicicletta tra le risaie

E a chi può/vuole allontanarsi per 4 giorni (o anche di più), suggerisco di fare base in una di queste città fuori regione. Non  sono eccessivamente distanti e, oltre a visitarle, dedicarsi ad esplorare i loro bei dintorni.

💛 Vicenza
💛 Cesena
💛 Trento
💛 Treviso
💛 Rimini
💛 Ravenna

Son tutte località deliziose, non particolarmente grosse e ognuna con le sue peculiarità. Si visitano più o meno tutte in una giornata e ciò permette poi di usarle come base strategica per esplorare borghi, cittadine e attrazioni naturalistiche a breve distanza.

Dopo ben oltre 50 idee/spunti, io concludo qui. Potrei aggiungere tanto altro ma direi che c’è già abbastanza materiale per un breve (ma spero intenso e piacevole) ponte del 2 giugno lombardo o comunque non troppo distante. Non ho ovviamente la presunzione di avervi fornito un elenco completo ed esaustivo di tutto quello che si può fare in Lombardia e dintorni, ma è pur sempre un inizio.

Vi suggerisco però di seguirmi su Facebook e/o Instagram così ci teniamo in contatto e se pubblico qualche altro articolo lo venite a sapere subito! 🙂
E chi ha altri suggerimenti e spunti da condividere, può commentare l’articolo!

Buon ponte a tutti! 🙂

***

Leggi anche:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.