Torino dall’alto: vista da Superga, dalla Mole Antonelliana e dal Monte dei Cappuccini

 
  • 11
    Shares

Torino dall'alto
Qual è il punto più panoramico di Torino? Da dove si può godere della migliore vista della città con le cime innevate sullo sfondo? Ci sono almeno tre alternative, tutte molto valide e meritevoli: la collina di Superga, la Mole Antonelliana simbolo della città e il Monte dei Cappuccini.

Torino è una città unica nel suo genere: un reticolo regolare di strade sulle quali si affacciano eleganti palazzi e le bianche montagne sullo sfondo. Perdersi questo spettacolo dall’alto è un peccato capitale che può essere perdonato solo in caso di cielo coperto e maltempo. Altrimenti non c’è scusa che regga: bisogna salire in alto da qualche parte per godersi il panorama. E, volendo, lo si fa anche con uno sbattimento minimo.

Vista di Torino da Superga
Basilica di Superga, Torino
Partiamo con il punto panoramico più lontano, la Basilica di Superga. Si trova sul colle omonimo ad est della città e per arrivarci bisogna prima prendere il bus 61 o il tram 15 dal centro, arrivare alla fermata della tranvia Sassi-Superga, salire sul trenino a cremagliera che conduce fin sotto la chiesa. Vale la pena venire fin qui non solo per la vista su tutta Torino da un punto più che privilegiato, ma anche per l’importanza storica di questo luogo. Qui infatti è sepolta buona parte della famiglia reale dei Savoia e la Cripta Reale è visitabile.
Ma torniamo alla nostra vista su Torino. Già dal sagrato della basilica è spettacolare ma, una volta arrivati fin qui è d’obbligo salire i 131 scalini che conducono alla balconata esterna della cupola (la salita è a pagamento: 3 € il biglietto intero, 2 € il ridotto. Per giorni e orari di visita cliccate qui). Una vista che non ha prezzo.

Il panorama di Torino dalla Mole Antonelliana
Panorama di Torino dalla Mole Antonelliana
Vuoi andare a Torino e non salire sulla Mole? Assolutamente no, sarebbe davvero imperdonabile! La Mole è alta 168 metri, ma il punto panoramico è a “soli” 85. Un ascensore trasparente trasporta i visitatori attraverso l’unica enorme campata che compone l’interno dell’edificio: il “viaggio” dura circa un minuto ed è estremamente emozionante perché, in attesa di arrivare a destinazione, si può buttare un occhio sul museo del Cinema. Talvolta può capitare che la cupola sia “animata” da proiezioni. Arrivati al “tempietto”, così viene chiamato il terrazzino che permette di buttare un occhio sulla città, la vista su Torino è a 360°. Cosa chiedere di più?
Per salire sulla Mole bisogna pagare un biglietto (6 € l’intero, 4 € il ridotto) e, se si arriva negli orari di punta si rischia di dover fare un sacco di coda. Il consiglio è quello di andarci subito non appena apre la biglietteria alle 10 del mattino nei giorni festivi, oppure nei giorni lavorativi. La Mole è aperta al sabato fino alle 23 (qui potete vedere tutti gli orari e i giorni di apertura).
Ovviamente, da questo punto d’osservazione manca l’edificio che rende lo skyline torinese unico, ma questo perché ci si è sopra! 🙂

Dall’alto del Monte dei Cappuccini
Torino dal Monte dei Cappuccini
Last but not least, una bella vista di Torino la si ha dal Monte dei Cappuccini, la collina situata alle spalle della città su cui sorge un convento, Santa Maria al Monte. Per arrivare fin quassù bisogna fare una passeggiata in salita di circa 10/15 minuti, partendo dalla chiesa della Gran Madre, sulla riva destra del Po. Si arriva nel piazzale antistante al convento da cui la vista è decisamente appagante. Volendo si può fare anche un upgrade entrando nel Museo Nazionale della Montagna (ingresso a pagamento, 10 € l’intero, 7 € il ridotto; qui orari e giorni di apertura) e andare al secondo piano dove c’è una deliziosa terrazza panoramica. Godetevi semplicemente lo spettacolo.

 
2 commenti per “Torino dall’alto: vista da Superga, dalla Mole Antonelliana e dal Monte dei Cappuccini”
  1. Cercando il bicerin ho scoperto oggi questo sito. Bello, interessante, brava! Lo metto nei preferiti e cerco di leggere di tutto di più 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *