Piccola Arena, il nuovo dolce di Verona. Buono e solidale

 

Piccola Arena, il dolce di Verona
AGGIORNAMENTO: Il progetto Piccola Arena si è ormai concluso da tempo, poiché è stata raggiunta la somma necessaria ad allestire Casa Fantelli per i bambini di Abeo. Adesso c’è il Dolce Opera, un dolce molto simile alla Piccola Arena nella forma e nel gusto, ma con un nuovo packaging e a supporto di un nuovo progetto: acquistare attrezzature di emergenza per Croce Verde Verona (più informazioni qui).
***
La Fondazione Arena di Verona ha recentemente compiuto i suoi primi 100 anni e per celebrare questo traguardo non si è accontentata di un dolce qualsiasi ma ha messo insieme ben 24 pasticceri della città affinché inventassero un dolce per l’occasione. Ed è così che nasce Piccola Arena.

Il dolce ha forma di ciambella in onore dell’Arena di Verona ed è preparato a partire da lievito madre all’arancio profumato da bacche di vaniglia, per poi essere ricoperto da una glassa croccante di finissimo mandorlato di Cologna Veneta. E anche se la ricetta base è uguale per tutti, ogni pasticcere poi ha un po’ personalizzato il dolce a modo suo (io ho assaggiato per ora solo quello di Tomasi, buonissimo).



Piccola Arena, il dolce di VeronaDiciamola tutta però: Piccola Arena non è un dolce soltanto buono, ma è anche solidale. Per ogni Piccola Arena venduta, 2 euro sono destinati a qualche iniziativa benefica. Fino a dicembre 2013 verranno devoluti all’ABEO, l’Associazione Bambino Emopatico Oncologico di Verona per il restauro di Villa Fantinelli (Borgo Trento), dove sarà realizzato il nuovo Ospedale del Bambino e della Donna.

Piccola Arena, anche se per le sue caratteristiche sembra più un dolce invernale (a me ricorda, al gusto, il panettone milanese però senza uvetta e canditi), è reperibile tutto l’anno nelle pasticcerie veronesi che hanno aderito al progetto ed ha l’ambizione di diventare il nuovo dolce di Verona scalzando così il pandoro e il nadalin. Che dite, ce la farà?

Oltre nella scatola in cartone (14€), Piccola Arena può essere acquistata in una bellissima latta da collezione disegnata da Francesco Musante (20€). Di latte ne esistono soltanto 6000 esemplari (anche se immagino ora ce ne saranno molte di meno, son troppo belle!) ed ognuna è numerata e autografata dal pasticcere che da cui si è acquistato il dolce.

Se vi è venuta la voglia di assaggiare Piccola Arena e non avete la possibilità di andare fino a Verona, c’è anche la possibilità di acquistarla online sul sito www.piccolaarena.it, pagando le relative spese di spedizione. Consegna in 24/48 ore.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale e la pagina Facebook di Piccola Arena.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *