Visita alla fabbrica della Beck’s a Brema: dove, come, quando

 

La fabbrica della Beck's a Brema
Forse non tutti sanno che la Beck’s, una delle birre più conosciute e bevute al mondo (non venitemi a dire che non ne avete mai bevuta una perché non ci credo!), ha avuto i natali nella città di Brema, dove tutt’oggi continua a essere prodotta in uno stabilimento poco distante dal centro storico. Nonostante sia passata sotto le mani della società belga InBev, la maggiore produttrice al mondo di birra per quantità prodotta, la Beck’s continua a essere il terzo vanto cittadino, insieme al Werder Bremen e ai 4 musicanti. Non per niente il simbolo della Beck’s è la chiave capovolta della città di Brema 😉

Dove, come, quando, quanto
La fabbrica della Beck’s è aperta al pubblico per visite guidate di gruppo della durata un paio d’ore, inclusa la degustazione finale. Le visite sono tutte in tedesco, tranne quella delle 15 che è in inglese. Bisogna necessariamente prenotare registrandosi nel sito dell’ufficio del turismo di Brema oppure mandando una mail all’indirizzo [email protected] Il prezzo d’ingresso è di 12,90€ a persona. Per poter partecipare alla visita bisogna essere maggiorenni e indossare scarpe chiuse, #machevelodicoafare.
La fabbrica della Beck’s si trova am Deich: uscendo dalla città in direzione nord-ovest, costeggiate il fiume per una decina di minuti.

Ma arriviamo al dunque: ne vale davvero la pena? Detto tra noi, non è che la visita sia più di tanto coinvolgente né interessante, seppur non mi sento di definirla noiosa: si viene principalmente “parcheggiati” a vedere dei filmati il cui contenuto è reperibile anche online e si entra poco nel vivo della lavorazione (NB io l’ho fatta di sabato quando la fabbrica era inattiva, magari in settimana, col gironzolare degli operai, il tutto è più interessante). A fine visita vengono offerte 3 birre nel bar dello stabilimento ma si è costretti a tracannarle in fretta e furia perché poi “scade” il tempo a disposizione e deve essere tutto pronto per il gruppo successivo.
Quindi la (mia) morale della favola è: una volta a Brema non si può non visitare la fabbrica della Beck’s, anche perché di cose da fare in città non ce ne sono poi così tante, però non aspettatevi nulla di trascendentale. E dato che le birre vengono offerte solo alla fine, lo stato di euforia subentra solo in tale momento, non prima. Prendetela quindi come un “vado a farmi una birra al bar. Anzi 3”. Tanto il prezzo è più o meno lo stesso.

Beck’s e Haake Beck
Detto questo passiamo a un punto fondamentale e imprescindibile se si parla di Brema, di birra e di Beck’s: la Haake Beck.  Se non siete mai stati a Brema o se non siete nerd di settore non ne avrete probabilmente mai sentito parlare perché si tratta di una birra che viene commercializzata solo a Brema e dintorni. È disponibile in diverse versioni: le più popolari sono la Pils, più amara e luppolata, e la Haake Beck 12, dedicata ai tifosi del Werder Bremen e considerata come il dodicesimo giocatore in campo, si beve praticamente solo nei giorni delle partite ed è leggermente più dolce delle altre. A fine visita dello stabilimento vi verrà dato un bicchiere di birra e dovrete indovinare se si tratta della Beck’s o della Haake Beck. Tranquilli: anche se sbagliate vi daranno comunque gli altri due bicchieri compresi nella degustazione 🙂

Haake Beck, Brema

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *