Attari-Wagah e la cerimonia di chiusura del confine tra India e Pakistan

 
  • 1
    Share

Attari, cerimonia di chiusura del confine tra India e Pakistan
A 30 km dalla più nota Amritsar, si trova la piccola cittadina di Attari-Wagah, nota principalmente per la folkloristica (e turistica) cerimonia di chiusura del confine tra India e Pakistan, che ogni giorno nel tardo pomeriggio richiama una folla da stadio.

Poco prima del tramonto, ad Attari-Wagah è possibile assistere ad una cerimonia del tutto particolare, che consiglio di non perdere più che altro per poter vivere una mezzora di orgoglio patriottico indiano.

Andiamo con ordine e partiamo da alcuni dettagli tecnici:

  • potete arrivare ad Attali-Wagah da Amritsar sia con un taxi privato, sia con un taxi collettivo;
  • una volta arrivati ad Attali-Wagah dovete fare un pezzo a piedi per raggiungere le tribune da cui assistere alla cerimonia, passando per diversi “posti di blocco” rigorosamente divisi per sesso;
  • non potete portare con voi borse e zaini, ma le macchine fotografiche sono consentite

La cerimonia di chiusura del confine dura circa 30 minuti e si svolge in diverse fasi. Inizialmente c’è uno “scaldapubblico” che, dotato di megafono, incita il pubblico. A tratti sembra quasi di essere al Super Bowl, credetemi 🙂
E’ poi il momento dei militari in uniformi color kaki e cappelli culminanti con una sorta di ventaglio rosso: arrivano marciando e si esibiscono sfilando davanti al pubblico e slanciando le gambe in alto (Heather Parisi in confronto è una principiante!) mentre il pubblico continua ad applaudire concitatamente. Succede la stessa cosa dall’altra parte del confine, l’unica differenza è che i militari pakistani vestono in nero.
Infine vi è uno scambio di strette di mano tra i militari delle opposte fazioni, seguito dall’ammainabandiera e la chiusura dei cancelli. Eppoi tutti in pista a ballare!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *