Dolce Varese, il dolce tipico di Varese

 

Dolce Varese o Amor Polenta
Io sono da sempre una grande fan delle cose semplici. Perché, alla fine della fiera, son proprio loro che piacciono sempre e sopravvivono alle mode passeggere.
E oggi vi racconto la storia del Dolce Varese: un dolce che ha conquistato tutti con la sua semplicità.

Non bisogna andare a cercare le origini del Dolce Varese nella notte dei tempi perché si tratta di un dolce tutto sommato piuttosto giovane. Non è quindi di quelli che “son sempre stati fatti” dalle nonne e dalle nonne delle nonne, ma è nato soltanto alla fine degli anni Trenta, per mano di un pasticcere che voleva dare alla propria città un dolce simbolo, che ai tempi ancora non c’era.

La città è Varese, se non si fosse capito, mentre il pasticcere in questione è Carlo Zamberletti (Antonio all’anagrafe, ma Carlo per gli amici) che, dopo aver studiato i dolci tipici lombardi ne ha inventato uno che potesse rappresentare la sua città. E sapendo com’è andata a finire, possiamo dire che sia riuscito decisamente bene nel suo intento!

Carlo è partito da sapori e ingredienti locali, realizzando un dolce semplice ma allo stesso tempo molto gustoso e capace di soddisfare ogni palato. Lo aveva scritto nel destino che sarebbe durato nel tempo. Il Dolce Varese è infatti diventato effettivamente IL dolce tipico di Varese, prodotto al giorno d’oggi da tutte le pasticcerie della città.
Ma solo la Pasticceria Zamberletti custodisce la ricetta originale (e ovviamente super segreta!) di Carlo, che altri hanno poi scopiazzato. Chi con buoni risultati, chi no.

È un dolce realizzato con zucchero, burro, uova, nocciole, mandorle, tre farine diverse (tra cui quella di mais che gli ha fatto avere il nome alternativo di Amor Polenta, utilizzato più che altro fuori da Varese) e un’aroma liquoroso “segreto”.
L’equilibrio e l’abilità con cui son messi insieme gli ingredienti, rendono questo dolce gustoso e ottimo da mangiare in ogni occasione: dalla colazione al dopo cena, accompagnato al caffè ma anche a un bicchierino di liquore.

Un altro segno particolare che si legge nella carta d’identità del Dolce Varese è la sua forma, un inconfondibile tronchetto scanalato, anch’essa pensata da Carlo Zamberletti per la sua creazione (esistono degli stampi scanalati apposta per fare il Dolce Varese!).

In occasioni particolari, presso la Pasticceria Zamberletti di Varese, si trova il Dolce Varese in versioni un po’ diverse dalla “solita” (ad esempio al cioccolato).

Un dolce della Pasticceria Zamberletti, costa 12,50€ (il peso è di 430 grammi) e a me e Raff dura solo un paio di giorni. Magari a delle persone normali un po’ di più… 😀

La Pasticceria Zamberletti si trova in via Manzoni 4 a Varese e a questo link potete consultare il sito ufficiale.

Leggi anche:

 

***
HEY ASPETTA, non scappare via così! Dato che hai letto fino a qui vuol dire che hai trovato l’articolo utile e/o interessante… allora perché non mi lasci un commentino qui sotto? Mi faresti estremamente felice! 🙂

Inoltre passa a trovarmi su: Facebook e/o Instagram. Un bel LIKE è sempre gradito 😉

Può interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *