Un itinerario in Guatemala di due settimane

 

Tikal, Guatemala
Anche se di dimensioni ridotte, il Guatemala possiede un sacco di attrattive turistiche di vario genere, ma a causa delle imperfette condizioni della rete stradale, che possono rallentare la velocità di crociera, due settimane potrebbero non bastare per vedere tutto tutto. Meglio averne tre a disposizione (beato chi può), che potrebbero non essere comunque sufficienti ma, se non altro, aiutano ad ammortizzare un po’ il lungo viaggio da e per l’Italia.

Sotto, a mo’ di programma di un viaggio organizzato, vi illustro il mio itinerario attraverso il Guatemala di 12 giorni netti, che spero possa esservi utile per pianificare il vostro viaggio. Un itinerario che mi ha permesso di vedere di tutto un po’, chiaramente tenendo ritmi piuttosto serrati e cambiando posto in cui dormire tutte le sante notti, tranne a Semuc Champey dove ne ho trascorse due. Io sono atterrata in Belize per poi raggiungere il Guatemala via terra (regione del Petén), proseguire verso il sud del paese e ripartire alla volta dell’Italia da Ciudad de Guatemala. Molti viaggiatori fanno invece il percorso inverso per terminare poi la vacanza a palle al sole in qualche isolotto del Belize in completo relax. A voi la scelta del senso di marcia. A mio modesto parere, così come ho fatto io ha funzionato piuttosto bene, per quanto non avessi stabilito nulla prima di partire, se non che volevo vedere più cose possibili 🙂



    • Italia > Belize > El Remate (lago Petén Itzá)
      Dal Belize (Belize City) a El Remate con bus turistico, circa 5 ore.
      A El Remate visita del minuscolo villaggio, passeggiata lungolago, bagno al tramonto nel lago.

 

    • 1° giorno
      El Remate > Tikal > Flores > Sayaxché

      Bus turistico da El Remate a Tikal (1 ora circa).
      Mattinata di visita alle rovine di Tikal nascoste nella giungla.
      Bus turistico da Tikal a Flores (2 ore circa), pranzo a Flores e passeggiata per la graziosa cittadina.
      Autobus pubblico (1 ora e 30 circa) + mezzo minuto di navigazione per attraversare il fiume e arrivare sulla sponda meridionale di Sayaxché (destinazione solo per la notte, per spezzare il lungo viaggio in direzione Semuc Champey).
    • 2° giorno
      Sayaxché > Grutas de Lanquín > Semuc Champey

      Un interminabile viaggio per raggiungere la pressoché inaccessibile Semuc Champey: autobus pubblici da Sayaxché a Cobán e da Cobán a Lanquín (5 ore circa).
      Pranzo a Lanquín e visita delle Grutas de Lanquín.
      Pick-up “scroccato” da Lanquín a Semuc Champey (1 ora circa per una strada sterrata piena di buche e tutta curve).
    • 3° giorno
      Semuc Champey

      Più di un bagno nelle piscine naturali di acqua turchese di Semuc Champey, passeggiata in salita per raggiungere il punto panoramico di El Mirador, passeggiata per la campagna nei dintorni di Semuc Champey.

 

    • 4° giorno
      Semuc Champey > Río Dulce

      Bus turistico per Río Dulce (6 ore circa, buona parte su strade sterrate).
      Passeggiata dalla cittadina di Río Dulce per raggiungere el Castillo de San Felipe affacciato sul lago de Izabal (45 minuti circa).
    • 5° giorno
      Río Dulce > Lívingston

      Imbarcazione pubblica per raggiungere Lívingston attraversando El Golfete e facendo sosta presso delle grotte e una sauna naturale (3 ore circa).
      A Lívingston passeggiata lungomare per raggiungere Los Sietes Altares (1 ora circa).

 

    • 6° giorno
      Lívingston > Quiriguá > Copán (Honduras)

      Imbarcazione pubblica da Lívingston a Puerto Barrios (20 minuti circa) + autobus pubblico da Puerto Barrios a Quiriguá (3 ore circa).
      Visita del sito maya di Quiriguá (passeggiata di circa un’oretta a piedi per raggiungere l’ingresso dal villaggio).
      Due autobus pubblici Quiriguá-Chiquimula e  Chiquimula-frontiera con l’Honduras (3 ore circa) + un minubus dalla frontiera per la cittadina di Copán Ruinas (30 minuti).
    • 7° giorno
      Copán (Honduras) > Antigua

      Mattinata di visita al sito maya di Copán.
      Bus turistico per Antigua (5 ore circa).
    • 8° giorno
      Antigua > San Pedro La Laguna (Lago de Atitlán)

      Giornata trascorsa a visitare Antigua.
      Bus turistico per San Pedro La Laguna (4 ore circa).

 

    • 9° giorno
      San Pedro La Laguna > Quetzaltenango

      Da San Pedro, trekking di circa tre ore per raggiungere la vetta del vulcano San Pedro (3020 metri).
      Autobus pubblico per Quetzaltenango (3 ore circa).
      Giro a piedi per Quetzaltenango.
    • 10° giorno
      Quetzaltenango > San Marcos La Laguna (Lago de Atitlán)

      Da Quetzaltenango visita del mercato domenicale di San Francisco El Alto raggiungibile con due autobus pubblici (cambio a Cuatro Caminos, un’ora circa).
      Autobus pubblico da Quetzaltenango a San Pedro La Laguna (3 ore circa) + imbarcazione pubblica per San Marcos La Laguna (20 minuti circa).
    • 11° giorno
      San Marcos La Laguna (Lago de Atitlán) > Panajachel (Lago de Atitlán)

      A San Marcos, visita della riserva naturale di Cerro Tzankujil.
      Imbarcazione pubblica per Panajachel (40 minuti circa).
    • 12° giorno
      Panajachel (Lago de Atitlán) > Ciudad de Guatemala > Italia
      🙁
      Visita delle tranquille località lacustri di San Antonio Palopó e Santa Catarina Palopó raggiungibili con pick-up collettivi da Panajache (rispettivamente 30 e 20 minuti)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *