Alessandria: il mosaico del Palazzo delle Poste di Gino Severini

 
  • 2
    Shares

Alessandria: il mosaico di Gino Severeni (Palazzo della Posta)
Il palazzo delle Poste di Alessandria sarebbe un palazzo banale e anche un (bel) po’ bruttino se non ci fosse a impreziosirlo il mosaico di Gino Severini collocato sulla fascia basamentale e spezzato dall’ingresso del palazzo. Un mosaico mica da ridere, tra l’altro: 37,80 metri di lunghezza per 1 metro e 20 di altezza in cui si racconta la storia delle comunicazioni (NB alcune fonti sostengono che sia lungo “soltanto” 37 metri o “addirittura” 38: se qualcuno è di passaggio ad Alessandria ed ha voglia di misurarlo, mi faccia poi sapere nei commenti, io mi accontento di un “circa”). È stato realizzato dall’artista toscano tra il 1940 e il 1941 e recentemente restaurato.

Storia dei servizi delle Poste e dei Telegrafi, questo è il nome corretto, è un’opera molto interessante che si divide in tre parti: quelle laterali rappresentanti i continenti (a sinistra Oceania e Asia, a destra Africa e America) e quella centrale, più lunga rispetto alle altre due, dedicata alla storia delle poste e del telegrafo. Severini illustra la città moderna, dominata da un dinamismo funzionale e crescente sviluppo della meccanizzazione dei servizi e dei trasporti.

Questo mosaico non è l’unico trait d’union tra Futurismo e mondo delle poste: anche a Gorizia, Trento e soprattutto La Spezia ci sono delle testimonianze.

Il palazzo delle Poste di Alessandria si trova nella centralissima ed enorme piazza della Libertà. Nell’atrio interno del palazzo si trova un altro mosaico di Gino Severini di dimensioni decisamente ridotte rispetto a quello esterno. Rappresenta le comunicazioni via terra, cielo e mare ed è visitabile durante gli orari di apertura della Posta.

Alessandria: il mosaico di Gino Severeni (Palazzo della Posta)Alessandria: il mosaico di Gino Severeni (Palazzo della Posta)Alessandria: il mosaico di Gino Severeni (Palazzo della Posta)Alessandria: il mosaico di Gino Severeni (Palazzo della Posta)

 
Un commento per “Alessandria: il mosaico del Palazzo delle Poste di Gino Severini”
  1. Grazie per le bellissime foto. Stiamo vedendo in questi giorni che comincia ad avere dei problemi di usura e bisogna trovare un rimedio. Una copertura o meglio una sede più appropriata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *