Il gatto nero di Corso Monforte a Milano

 

Il gatto nero di corso Monforte a Milano
Se siete tipi superstiziosi, di quelli che evitano come la peste che un gatto nero gli attraversi la strada, in corso Monforte a Milano non dovete proprio transitare perché a un certo punto la cosa, che vi piaccia o no, accadrà: un gatto nero vi passerà davanti o, meglio sarete voi a passare davanti a lui.

Questo succederà all’altezza del numero 43 dove, vicino al portone di un bel palazzo liberty, in un punto non troppo visibile ai pedoni che passano di fretta, si scorge un bel gattino. Nero. Che fissa chiunque gli passi davanti.

Coi suoi bei baffetti e la sua coda attorcigliata non incute però nessun timore, ma fa soltanto una gran simpatia. Un tempo c’era anche un topolino, sempre in ferro, a tenergli compagnia ma evidentemente se l’è mangiato il gatto perché oggi non c’è più.

Sull’Internet si legge che il papà del gattino è Alessandro Mazzucotelli, un maestro artigiano del ferro battuto, ricordato principalmente per le sue decorazioni in stile liberty che arricchiscono gli edifici di molti importanti architetti del primo Novecento. Sulla sua pagina Wikipedia c’è un elenco delle cose che ha fatto, ma il gatto non è pervenuto. E nemmeno in altre fonti.

Ti interessano storie, curiosità, tradizioni e cose belle da vedere a Milano? Allora clicca QUI!

***
HEY ASPETTA, non scappare via così! Passa a trovarmi su: Facebook e/o Instagram. Un bel LIKE è sempre gradito 😉

Può interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *