New York vista dall’alto: Empire State Building o Top of the Rock?

 

New York dall'alto
Vedere una città dall’alto è un’esperienza sempre molto emozionante e a New York lo è ancora di più: non si può fare un viaggio nella Grande Mela senza “arrampicarsi” su uno dei suoi altissimi grattacieli per ammirare da un punto di vista privilegiato uno degli skyline più belli e spettacolari del pianeta.
Fino al tragico giorno che ha segnato la storia di New York, degli Stati Uniti e di tutto il mondo, l’11/09/2001, il punto più alto della città era rappresentato dalle Twin Towers, che da un’altezza di oltre 415 metri (110 piani!), dominavano lo skyline di Manhattan. Da giugno 2013 l’edificio più alto di New York è la Freedom Tower, che con i suoi 541 metri d’altezza (antenna esclusa) ha nuovamente modificato il profilo della città. La torre sorge downtown, laddove sorgevano le Torri Gemelle. Purtroppo durante la mia prima visita a New York non era ancora aperta al pubblico e, durante la seconda, il cielo nuvolo mi ha fatto rimandare la visita a data da destinarsi (qui comunque trovate tutte le info che vi possono servire). Quindi, in attesa di tornare nuovamente nella Grande Mela (dopotutto non c’è 2 senza 3, vero?) mi tocca limitarmi a fare un confronto tra altri due titani: l’Empire State Building e il Top of the Rock (Rockfeller Center): cosa è meglio?

Empire State Building
New York dall'alto - Empire State Building
Con i suoi 381 metri (antenna esclusa) è attualmente il grattacielo più alto di tutta New York nonché il protagonista indiscusso dello skyline della città. E’ possibile vederne almeno un pezzo praticamente da qualsiasi punto di Manhattan, soprattutto di notte quando viene completamente illuminato (curiosità: solitamente l’Empire è illuminato da luci bianche ma, in frequenti occasioni particolari, i colori dell’illuminazione cambiano regalando alla città un profilo diverso).
Un primo ascensore conduce fino all’80mo piano, dopodiché se ne prende un altro (o si fanno le scale) per arrivare fino all’86mo. La vista da lassù è a 360° sull’intera Manhattan e oltre. Dire che è emozionante è poco. Volendo (e pagando più o meno il doppio) si può anche proseguire fino al 102mo piano, ma non è una cosa strettamente necessaria: credetemi, il panorama è meraviglioso anche “solo” dall’86mo piano!
Il costo del biglietto d’ingresso è 25 $ e preparatevi a fare un bel po’ di coda, almeno un’ora. Se volete aspettare di meno, ma spendere di più, potete acquistare il biglietto “espresso” direttamente al sito dell’Empire State Building. Oppure andate la mattina presto o la sera tardi (e per tardi non intendo le 22, ma almeno mezzanotte: ricordatevi che New York è la città che non dorme mai e alle 10 di sera troverete comunque tanta coda!).
L’Empire State Building è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 2 del mattino (l’ultimo ascensore parte all’1:15) e l’ingresso è sulla 5a strada.



Rockefeller Center – Top of the Rock
New York dall'alto - Top of the Rock
Dal 2005, dopo 20 anni di chiusura, è possibile salire nuovamente sul GE Building del Rockefeller Center ed osservare la città dalla terrazza panoramica ribattezzata Top of the Rock (a dire il vero di terrazze ce ne sono un paio, su livelli differenti).
Il GE Building è alto “solo” 260 metri ma regala comunque delle vedute indimenticabili di New York, includendo anche il maestoso Empire State Building (che ovviamente non potete vedere all’interno dello skyline se ci salite sopra!) e sul vicino Central Park.
L’ingresso al Top of the Rock è sulla 50ma tra la 5a e la 6a strada ed è aperto tutti i giorni dalle 8 mezzanotte. Il costo del biglietto intero è 25 $.
Essendo un po’ meno popolare dell’Empire State Building, per salire fino al Top of the Rock quasi sicuramente troverete meno coda. Comunque, per non saper né leggere né scrivere, è consigliabile andarci la mattina presto.
Curiosità: la celeberrima foto Lunch atop a Skyscraper di Ebbets, che vede alcuni muratori che pranzano seduti su una trave in bilico nel vuoto con dietro il panorama di New York, è stata scattata proprio durante la costruzione del GE Building (e salendo sul Top of the Rock non mancheranno le occasioni di comprarne una stampa).

Quindi cos’è meglio?
E arriviamo al nocciolo della questione: da dove si gode la migliore vista di New York? Dipende.
La mia personale opinione è che, nonostante i prezzi elevati dei biglietti d’ingresso, valga la pena salire sia sull’Empire che sul Top of the Rock (al massimo risparmiate poi su altre cose, ad esempio sui musei cercando di andarci nei giorni in cui si spende meno). Ma, per ammortizzare al massimo l’esborso monetario, conviene farlo in momenti della giornata differenti: di giorno sul Top of the Rock per ammirare meglio la grandiosità di Central Park (che col buio diventa poco più che un’enorme macchia nera) e di notte sull’Empire State Building.

Altri “punti di vista” da non sottovalutare
Oltre a queste “tappe obbligate”, ci solo almeno altre due opzioni per apprezzare la bellezza di New York dall’alto ma, in maniera più economica (e un po’ meno grandiosa):

  • Prendere la funivia che collega Manhattan (incrocio tra 60ma e 2a strada) a Roosevelt Island: col solo prezzo di un biglietto della metro si ha l’opportunità di vedere parte della città da un punto di osservazione privilegiato e magari di sbirciare tra le abitazioni di Midtown
     
  • Fare un aperitivo o dopocena su uno dei tanti rooftop all’aperto. Uno dei più popolari (e aperto tutto l’anno) è il 230 Fifth, proprio sotto l’imponente Empire State Building.

***

NB Questo post è stato aggiornato in data 19/01/2015

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *