Sacro Monte di Varese: cosa vedere, come arrivare e tante curiosità

 

Sacro Monte, Varese
Poco distante dal centro di Varese si trova un percorso devozionale che conduce fino alla frazione di Santa Maria del Monte a 807 metri slm, quindi in posizione sopraelevata rispetto alla città (il dislivello è di ~400 metri). Si tratta della Via Sacra del Sacro Monte del Rosario di Varese (questo è il nome completo), un luogo magico e speciale a prescindere dal fatto che siate credenti oppure no.

La Via Sacra altro non è che un largo vialone acciottolato lungo il quale si trovano 14 cappelle devozionali che rappresentano gli altrettanti Misteri del Rosario. Questa via culmina nel grazioso borgo medievale di Santa Maria del Monte, dove si trova il santuario omonimo al cui interno è posto l’altare principale che rappresenta il XV Mistero del Rosario, ossia l’Incoronazione della Madonna.

La costruzione della Via Sacra si data tra inizio e fine del Seicento. In questa sede non voglio però parlarvi della storia o dell’importanza artistica della via (c’è chi lo ha fatto molto meglio di come potrei farlo io), ma piuttosto vorrei fornirvi un po’ di informazioni pratiche (cosa vedere, come arrivare) e raccontarvi alcune curiosità che, come sapete, mi piacciono tanto!

Via Sacra, Varese

Che cos’è un Sacro Monte
Cosa vedere
Le cappelle della Via Sacra
Come arrivare
Curiosità
Dove mangiare: un ristorante coi fiocchi

Che cos’è un Sacro Monte

Partiamo dalle basi: cos’è un Sacro Monte? Il nome qualche spunto ce lo dà. Per farla breve, le caratteristiche che un monte deve avere per essere denominato sacro sono:

  • un percorso devozionale in salita (o discesa, dipende dal punto di vista);
  • delle strutture quali chiese o cappelle lungo il sopracitato percorso e collegate alla sua devozionalità;
  • pellegrini e/o fedeli che nel corso degli anni si siano incamminati (con devozione) lungo questo percorso.

Fate tesoro di questa nozione perché, se siete interessati all’argomento, tra Piemonte e Lombardia di sacri monti ne trovate un bel po’, 9 per la precisione, e tutti insieme sono stati riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità nel 2013 (in questo blog vi ho parlato di quello di Domodossola e di quello di Arona).

Sacro Monte di Varese, VI cappella

Cosa vedere al Sacro Monte di Varese

Percorrere la Via Sacra (nel paragrafo sotto trovate l’ordine delle cappelle) non è l’unica cosa da fare al Sacro Monte. Una volta in cima, dopo aver ripreso fiato, potete (dovete!) fare le seguenti cose:

  • godervi il panorama che è davvero superlativo (quando il cielo è terso, si riesce a vedere anche oltre Milano);
  • visitare il Santuario che, oltre a custodire il XV Mistero, è molto carino (piccolino, raccolto e super decorato come lo stile Barocco impone: una vera delizia!) e ha un’interessante cripta affrescata;
  • un giro nel centro abitato e avere l’impressione di essere dentro un presepe;
  • visitare la sorprendente Casa Museo Lodovico Pogliaghi (ve ne ho parlato in questo articolo);
  • visitare il Museo Baroffio (sito ufficiale);
  • un pranzo o una cena in un ristorantino super carino anche se un po’ costoso (ve ne parlo meglio nell’ultimo paragrafo).

Sacro Monte del Rosario, Varese

Le cappelle della Via Sacra di Varese

Come detto, le cappelle della Via Sacra sono 14 (+ 1). Ogni cappella è dedicata a un Mistero del Rosario e, si dividono in 3 gruppi da 5Misteri Gaudiosi, Misteri Dolorosi e Misteri Gloriosi-, ciascun gruppo introdotto da un arco lungo la via. Di seguito l’ordine di apparizione:

  • Arco del Rosario – inizio Misteri Gaudiosi
  • I cappella – L’Annunciazione
  • II cappella – La Visitazione
  • III cappella – La Natività
  • IV cappella – La Presentazione al Tempio
  • V cappella – La Disputa nel Tempio
  • Porta di San Carlo – inizio Misteri Dolorosi
  • VI cappella – L’Orazione nei Getsemani
  • VII cappella – La Flagellazione
  • VIII cappella – La Coronazione di Spine
  • IX cappella – La Salita al Calvario
  • X cappella – La Crocifissione
  • Porta di Sant’Ambrogio – inizio Misteri Gloriosi
  • XI cappella – La Resurrezione
  • XII cappella – L’Ascensione
  • XIII cappella – La Pentecoste
  • XIV cappella – L’Assunzione

Arco di Sant'Ambrogio - Via Sacra, Varese

Come arrivare al Sacro Monte di Varese

Raggiungere il Sacro Monte di Varese è semplicissimo anche se non possedete una macchina. Se invece l’avete… impostate il navigatore, non vorrete davvero che ve lo spieghi io?! 😀 Scherzi a parte, sapete che io prediligo le mie gambe e i mezzi pubblici per spostarmi ma, a parte ciò, il bello della Via Sacra è proprio quello di percorrerla a piedi! Fateci quindi una pensata se lasciare l’auto a casa oppure no.

Da Varese bisogna prendere l’autobus C che in 20 minuti circa vi porta all’inizio della Via Sacra, poco distante dalla I cappella, o alla stazione della funicolare (le due fermate sono una dopo l’altra a breve distanza tra loro).
L’autobus si prende in centro in corso Aldo Moro all’altezza della Feltrinelli e passa con una frequenza di 15/20 minuti.
Il biglietto si può fare a bordo dove c’è una macchinetta automatica (è meglio se avete la moneta contata perché non dà resto): costa 1,40€ e dura 90 minuti. Se decidete di prendere la funicolare per arrivare direttamente a Santa Maria del Monte anziché fare la via Sacra a piedi, potete utilizzare lo stesso biglietto.

La Via Sacra è lunga un paio di chilometri e per percorrerla tutta fino in cima, tenendo conto anche il tempo per visitare le cappelle, ci vogliono circa 45 minuti. La strada è leggermente in salita dato che c’è un po’ di dislivello da fare, ma tutto sommato si tratta di una semplice passeggiata panoramica e non di un trekking (molti abitanti di Varese vengono qui apposta per fare due passi all’aria aperta). È meglio se avete ai piedi delle scarpe comode per camminare.

Se prendete la funicolare, che parte ogni 10 minuti, ci metterete invece soltanto 2 minuti o poco più! Io però vi consiglio vivamente di fare la Via Sacra a piedi… almeno in una direzione (e suggerisco in salita per dare un senso logico alla visita).

Sacro Monte, Varese

Curiosità sul Sacro Monte di Varese e la Via Sacra

Forse non tutti sanno che…

  • Il presepe più bello della Lombardia si trova nella III cappella, quella dedicata alla Natività. Ovviamente la cosa è opinabile ma a me è stato venduto così e così lo rivendo a voi.
  • Lungo la Via Sacra c’è un’opera di Renato Guttuso! Si tratta di Fuga in Egitto e la potete ammirare all’esterno della III cappella.
  • La V e la X cappella sono le uniche due costruite grazie al contributo dei varesini (tutte le altre, invece, sono state finanziate da famiglie nobili dell’epoca). Per questo motivo, entrambe guardano verso la città di Varese, mentre le altre danno sul vialone.
  • Le cappelle IV, VI, XII e XIV sono le uniche ad avere il porticato che gira attorno, come una sorta di balcone panoramico (e che panorama nelle giornate limpide!).
  • La XII cappella ha deviato il percorso originale. Dopo l’Arco di Sant’Ambrogio, poco prima di raggiungere l’XI cappella, la strada si biforca. Nel viottolo che non è Via Sacra si trova la cappella fallata (ossia fallita perché mai terminata), che in origine doveva essere la XII cappella. L’idea originale era infatti quella di far proseguire la via dove ora c’è la cappella fallata, ma poi è stata cambiata.
  • La distanza tra una cappella e l’altra è stata calcolata non a caso o seguendo motivi estetici, ma in modo che i pellegrini potessero recitare la parte del Rosario riferita al Mistero dell’ultima cappella visitata, prima di arrivare a quella successiva.

Sacro Monte di Varese, IV cappella

Dove mangiare al Sacro Monte di Varese: un ristorante top

In un bell’edificio in stile liberty che non passa di certo inosservato si trova il Borducan, un ristorante niente male in cui vi consiglio di andare… se avete qualche soldino da spendere. Mi spiego meglio: non è costoso come un ristorante stellato, ma per un solo piatto spenderete tra 17€ e 28€. Va da sé che il conto finale arrivi in fretta a ~40€ a persona. Il cibo è buono e l’atmosfera è molto romantica. Per non parlare della vista… ma la vista da Santa Maria del Monte è bella un po’ ovunque 😉
Si tratta inoltre di un ristorante che ha una lunga storia alle spalle -è un po’ un’istituzione del Sacro Monte- ed è legato a un liquore dal sapore particolare che poi ha dato il nome al ristorante stesso. Ne parlo più approfonditamente, del ristorante e del liquore, in questo post.

Leggi anche: Cosa vedere a Varese in un giorno

***
HEY ASPETTA, non scappare via così! Se ti è piaciuto l’articolo, perché non mi lasci un commentino qui sotto? Mi renderesti molto felice! 🙂

Inoltre passa a trovarmi su: Facebook e/o Instagram. Un bel LIKE è sempre gradito 😉

Può interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *